MOZIONE Docenti e ATA ITST Gentileschi


MOZIONE DELL’ASSEMBLEA di Docenti e Personale ATA

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL TURISMO
“ARTEMISIA GENTILESCHI ” via Natta 11 Milano

Il corpo docente e il Personale ATA dell’Istituto Gentileschi, riuniti in data 10 ottobre 2008, preso atto delle disposizioni in materia scolastica contenute nella Legge 133/08 e nel DL 137/08

ESPRIMONO NETTO DISSENSO

 Alla riduzione di 8 miliardi di euro di finanziamento per la Pubblica Istruzione nel triennio 2009/2011;
 Alla proposta di ritorno al maestro unico prevista dall’art.4 del DL137/08;
 Ai tagli degli organici previsti dalla manovra economica ( 87.400 docenti e 44.500 personale ATA, nel triennio 2009/2011;
 Alla revisione dei piani di studio e dei quadri orari delle scuole, alla sospensione delle sperimentazioni in atto, a partire dall’a.s. 2009/10;
 All’innalzamento progressivo del numero degli alunni per classe per tutti gli ordini di scuola;
 All’eliminazione delle compresenze, che colpisce non solo la scuola primaria a tempo pieno e a moduli, ma anche la scuola superiore con la drastica riduzione di docenti madrelingua straniera e di docenti tecnico-pratici;
 All’accorpamento delle classi di concorso ai fini di maggiore flessibilità dei docenti;
 Alla revisione dei criteri e dei parametri per determinare l’organico del personale ATA puntando alla riduzione del 17% della dotazione attuale,
 All’attacco al diritto alla cura e alla salute (decreto Brunetta) che colpisce in maniera discriminatoria ed iniqua il pubblico impiego,

PERCHÉ
le iniziative del Governo mirano esclusivamente ad una logica di risparmio, al contenimento della spesa per il pubblico impiego, non servono ad un progetto di riqualificazione e potenziamento della istruzione pubblica, ma, al contrario, contengono un esplicito disegno di progressivo smantellamento della scuola pubblica.
Questi provvedimenti non promuovono l’innovazione didattica, non colgono i reali bisogni della scuola (interventi sull’edilizia, lotta alla dispersione, sostegno all’handicap e integrazione alunni stranieri, qualificazione dell’offerta formativa, riconoscimento economico e sociale alla funzione docente), ma intervengono esclusivamente a ridurre la spesa, riducendo il tempo-scuola ed eliminando migliaia di lavoratori della scuola.

Questi tagli non riducono la spesa, ma il livello culturale di una nazione, perché quando, non si investe nella scuola, non si investe nella formazione dei futuri cittadini e si fa precipitare il Paese nell’arretratezza .

Nell’interesse di tutti,in difesa della scuola pubblica e dei diritti di cittadinanza, i e le docenti con il personale ATA dell’istituto Gentileschi

CHIEDONO AL GOVERNO IL RITIRO DEL D.L.137/08,

si impegnano a sostenere le iniziative per controinformare studenti e famiglie e aderiscono
a tutte le manifestazioni
volte a contrastare questa presunta ‘riforma’
e in particolare
allo sciopero generale della scuola del 30 ottobre
indetto unitariamente da
Flc-Cgil, Cisl, Uil-scuola, Snals-Confsal e Gilda.

Votata in assemblea sindacale e collegio docenti e firmata da docenti e personale ata
( quasi unanimità)

Annunci
Categorie: Comunicati

Navigazione articolo

I commenti sono chiusi.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: