PRC fuori provincia Milano


Milano, 8 aprile 2009

“NON SONO STATI RISPETTATI GLI IMPEGNI” Antonello Patta Segretario provinciale PRC Milano

Nello scorso mese di ottobre, a conclusione della verifica politico-programmatica richiesta dal PRC, il Presidente Penati e la sua maggioranza si erano impegnati a dar seguito ad una serie di scelte amministrative di fine mandato, tra le quali l’approvazione del bilancio e lo stanziamento di fondi a sostegno dell’occupazione e dei ceti più colpiti dalla crisi economica. Nella verifica di maggioranza si era concordata anche la presentazione e approvazione entro il 2008 del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) con l’indicazione degli ambiti agricoli, che avrebbe consentito la protezione dalla speculazione edilizia del Parco Sud, dei tanti territori agricoli dei comuni e posto vincoli importanti all’EXPO cementificatorio della Giunta Moratti. Era inoltre riconfermata la volontà della Provincia di Milano di non privatizzare l’acqua dei cittadini, attraverso la costituzione di un unico soggetto totalmente pubblico che riunisse in sé patrimonio, gestione di reti e impianti ed erogazione del servizio idrico. Nonostante su questi punti si fosse raggiunta una sintesi nella maggioranza, che avrebbe consentito il completamento del mandato amministrativo, il Presidente Penati ha ritenuto di disattenderli, rinviando le scelte a dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2009 e, successivamente, effettuando una inconcepibile retromarcia. Con il ritiro della delibera di approvazione del PTCP nella seduta di Consiglio del 1° aprile 2009 e non completando gli impegni per rendere erogazione e gestione dell’acqua integralmente pubbliche, è stata fatta una scelta di campo: quella dei “poteri forti” che mirano all’urbanizzazione selvaggia e a mettere le mani sul patrimonio idrico della provincia. Un’esperienza amministrativa nata all’insegna dell’apertura alla società e alla partecipazione, si è resa impermeabile alle istanze dei cittadini e permeabile alle richieste di Regione e Comune di Milano (leggi: Formigoni e Moratti) e dei grandi poteri economico-finanziari che vedono nell’EXPO un’occasione di affari ai danni della gran parte degli abitanti di quest’area metropolitana. Così si è rotto ogni residuo rapporto di fiducia tra il Presidente Penati e il Partito della Rifondazione Comunista. Prendendo atto di ciò il 7 aprile il Comitato Politico Federale ha dato mandato al Segretario e alla Segreteria Provinciale, di richiedere l’immediato ritiro della nostra delegazione assessorile dalla giunta Penati e di provvedere, in accordo con il gruppo consiliare, ad esercitare un fermo controllo e, dove necessario, l’opposizione su tutti i futuri atti amministrativi portati in discussione in Consiglio provinciale. Rifondazione Comunista ha contribuito in questi anni al governo della Provincia di Milano, realizzando importanti conquiste: una politica attiva per l’istruzione e l’edilizia scolastica, il sostegno al lavoro e il puntuale contrasto delle crisi industriali, un’azione a favore dei giovani, dello sport e delle politiche di pace, l’avvio di importanti interventi per la disabilità, con il coinvolgimento di centinaia di associazioni. Altrettanto importanti i risultati a difesa del territorio e dei beni comuni, così come lo stanziamento di 25 milioni di euro a sostegno dei redditi bassi, delle povertà estreme e del lavoro di grande importanza nella fase di grave crisi e di recessione che stiamo attraversando. I numerosi interventi e le realizzazioni di questi cinque anni, parlano di una iniziativa politico-amministrativa del PRC, sia in consiglio che in giunta, produttiva, costruttiva, leale, mai subalterna e acquiescente. Per tutto questo ringraziamo gli Assessori e la Consigliera delegata per il positivo lavoro svolto in questi anni di governo, senza il quale le politiche a difesa della scuola pubblica, del lavoro, dei giovani, per la pace e lo sport per tutti, così come i diritti delle persone con disabilità, non avrebbero avuto la rilevanza politica e amministrativa riconosciuta. Ringraziamo altresì per il lavoro svolto il Vicepresidente del Consiglio e il Gruppo Consiliare alla Provincia di Milano, impegnati ad esercitare dall’opposizione il completamento del proprio mandato.

Annunci
Categorie: Comunicati

Navigazione articolo

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: