Sintesi dei referendum nazionali e milanesi.


Sintesi dei referendum nazionali e milanesi.

in sintesi i 5 referendum milanesi:

1 – referendum consultivo d’indirizzo per ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, l’estensione di “ecopass” e la pedonalizzaiozne del centro

“Volete voi che il Comune di Milano adotti e realizzi un piano di interventi per potenziare il trasporto pubblico e la mobilità “pulita” alternativa all’auto, attraverso l’estensione a tutti gli autoveicoli (esclusi quelli ad emissioni zero) e l’allargamento progressivo fino alla “cerchia ferroviaria” del sistema di accesso a pagamento, con l’obiettivo di dimezzare il traffico e le emissioni inquinanti?”

2 – referendum consultivo d’indirizzo per raddoppiare gli alberi e il verde pubblico e ridurre il consumo di suolo

“Volete voi che il Comune di Milano adotti tutti gli atti ed effettui tutte le azioni necessarie a: ridurre il consumo di suolo destinando almeno il 50% delle grandi superfici oggetto di riqualificazione urbanistica a verde pubblico ed escludendo l’assegnazione di diritti edificatori a fronte della realizzazione di “servizi” che comportino consumo di suolo; preservare gli alberi e le aree verdi esistenti; garantire il raddoppio del numero di alberi e dell’estensione e delle aree verdi e la loro interconnessione entro il 2015, assicurando che ogni residente abbia a disposizione un giardino pubblico con aree attrezzate per i bambini a una distanza non superiore a 500 metri da casa?”

3 – referendum consultivo d’indirizzo per conservare il futuro parco dell’areo expo

“Volete voi che il Comune di Milano adotti tutti gli atti ed effettui tutte le azioni necessarie a garantire la conservazione integrale del parco agroalimentare che sarà realizzato sul sito EXPO e la sua connessione al sistema delle aree verdi e delle acque?”

4 – referendum consultivo d’indirizzo per il risparmio energetico e la riduzione dell’emissione dei gas serra

“Volete voi che il Comune di Milano adotti il piano per l’energia sostenibile ed il clima che lo impegni negli obiettivi europei di riduzione di almeno il 20% delle emissioni di gas responsabili dell’effetto serra nel dimezzamento delle principali emissioni inquinanti connesse al riscaldamento degli edifici?”

5 – referendum consultivo d’indirizzo per la riapertura del sistema dei navigli milanesi

“Volete voi che il Comune di Milano provveda alla risistemazione della Darsena quale porto della città ed area ecologica e proceda gradualmente alla riattivazione idraulica e paesaggistica del sistema dei Navigli milanesi sulla base di uno specifico percorso progettuale di fattibilità?”


in sintesi i 4 referendum nazionali:

1 – acqua pubblica: abrogazione affidamento servizio ad operatori privati

“Vo lete voi che sia abro gato l’art. 23 bis (Ser vizi pub blici lo cali di ri le vanza eco no mica) del de creto legge 25 giu gno 2008 n.112 “Di spo si zioni ur genti per lo svi luppo eco no mico, la sem pli fi ca zione, la com pe ti ti vità, la sta bi liz za zione della fi nanza pub blica e la pe re qua zione tri bu ta ria” con ver tito, con mo di fi ca zioni, in legge 6 ago sto 2008, n.133, come mo di fi cato dall’art.30, comma 26 della legge 23 lu glio 2009, n.99 re cante “Di spo si zioni per lo svi luppo e l’internazionalizzazione delle im prese, non ché in ma te ria di ener gia” e dall’art.15 del de creto legge 25 set tem bre 2009, n.135, re cante “Di­spo si zioni u
r genti per l’attuazione di ob bli ghi co mu ni tari e per l’esecuzione di sen tenze della corte di giu sti zia della Co mu nità eu ro pea” con ver tito, con mo di fi ca zioni, in legge 20 no vem bre 2009, n.166, nel te sto ri sul tante a se guito della sen tenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?”

2 – acqua pubblica: abrogazione calcolo tariffa secondo logiche di mercato

“Vo lete voi che sia abro gato il comma 1, dell’art. 154 (Ta riffa del ser vi zio idrico in te grato) del De­creto Le gi sla tivo n. 152 del 3 aprile 2006 “Norme in ma te ria am bien tale”, li mi ta ta mente alla se­guente parte: “dell’adeguatezza della re mu ne ra zione del ca pi tale investito”?”

3 – energia nucleare

“Vo lete voi che sia abro gato il decreto-legge 25 giu gno 2008, n. 112, con ver tito con mo di fi ca zioni, dalla legge 6 ago sto 2008, n. 133, nel te sto ri sul tante per ef fetto di mo di fi ca zioni ed in te gra zioni suc ces sive, re cante Di spo si zioni ur genti per lo svi luppo eco no mico, la sem pli fi ca zione, la com pe ti­ti vità, la sta bi liz za zione della fi nanza pub blica e la pe re qua zione tri bu ta ria, li mi ta ta mente alle se­guenti parti: art. 7, comma 1, let tera d: rea liz za zione nel ter ri to rio na zio nale di im pianti di pro du­zione di ener gia nucleare?”

4 – legittimo impedimento

“Vo lete voi che siano abro gati l’articolo 1, commi 1, 2, 3, 5, 6 non chè l’articolo 1 della legge 7 aprile 2010 nu mero 51 re cante “di spo si zioni in ma te ria di im pe di mento a com pa rire in udienza?”

ti invito a rilanciare alla tua mailing list, grazie.

REFERENDUM?

SI’

Annunci
Categorie: Comunicati

Navigazione articolo

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: